La Storia di Giulia, 26 anni. đź’ś

Oggi voglio condividere con voi il mio nuovo arrivato. A distanza di un anno dopo aver scoperto che anche io faccio parte di questo gruppo speciale di persone avendo ereditato 41 triplette come il mio papĂ , ho deciso di inciderlo sulla mia pelle. Una crepa, proprio perchĂ© noi con l’ huntington siamo delle bambole rotte no? Ma da questa crepa non riesco a far uscire cose brutte. Piuttosto voglio prendere il meglio e rendere la mia vita migliore di come giĂ  non lo sia. Non so cosa mi aspetta, non so come sarò tra 10… 20 anni. Ma credo in me, nella scienza e anche in Dio. Sono fiduciosa e soprattutto credo nella Lega Italiana Ricerca Huntington-LIRH onlus e in tutte le persone che ne fanno parte. Voglio vedere solo il bello davanti a me, un nuovo inizio. Una rinascita. Non so se la mia positivitĂ  è sbagliata e sicuramente avremo pensieri contrastanti.. Ma io sono così, vedo il lato positivo.

it_IT